x

Mostra D’Arte Contemporanea in Ceramica “SCULTURE DELLA TERRA”

Inaugurazione 28 Giugno 2015 ore 15.00  a Villa Ottolenghi

 

Comunicato Stampa

 

 

titolo                                              Sculture della Terra
tipologia                                        mostra di sculture in terra ceramica
promossa da                                  Regione Piemonte – Regione Liguria – Città di Acqui Terme
organizzatore e curatore               Vittorio Amedeo Sacco
luogo                                             Villa Ottolenghi
data                                               28 giugno > 12 luglio 2015
inaugurazione                               domenica 28 giugno, ore 15,00

 

Sculture della Terra

La mostra intende essere una riflessione sulle questioni culturali, ambientali, civili, politiche che ruotano intorno al tema della Terra e dei sui prodotti, attraverso l’arte: questo il presupposto dal quale prende le mosse il progetto “Sculture della Terra”, mostra di respiro internazionale nata per indagare i rapporti che legano i valori della natura alla cultura contemporanea e che vuole essere un piccolo contributo al tema dell‘Expo 2015, da cui ha avuto approvazione e patrocinio.

Finalmente una mostra semplice. Una mostra di ampio respiro con la pretesa di suscitare l’interesse di un vasto pubblico, ma che cela, per chi vuole scoprirli, significati più profondi. Una mostra, dunque, con due anime, quella della Terra, con il suo prodotto più semplice, ma capace di sorprendere per le sue forme scultoree e quella d’arte contemporanea, con la presenza di un centinaio di sculture, vere questa volta, realizzate in terra ceramica. Almeno 100 sono le sculture realizzate da importanti artisti della ceramica.

Una mostra dai molteplici significati, fortemente voluta dalla Regione Piemonte e dalla Regione Liguria e ne hanno affidato la realizzazione a Vittorio Amedeo Sacco, del Consiglio Nazionale Ceramico e Ambasciatore della Ceramica dell’AiCC.

Il tema della zucca ci porta il significato di armonia, fiducia in sé e negli altri: la scorza robusta è pronta a preservare il ricco contenuto anche in condizioni avverse, come farebbe una madre. La zucca è una pianta umile, capace di dar vita, generosamente e con abbondanza a semi ricchi e polposi, destinati, per chi vuol cogliere la metafora, a gemmare nuovamente armonia, fiducia, generosità; usata come trait d’union fra i significati sopra espressi e la ragione che riconosce il pregio del suo carico (conoscenza, valori essenziali) con la facoltà che gli deriva dalla ragione, cambia la sua posizione e con un abbraccio cerca di prendere, assaporare e fare tesoro di tutto il buono, dell’essenziale e del veramente necessario.

La mostra, è stata inaugurata a Torino, nella Sala Mostre della Regione Piemonte in piazza Castello ed ha assunto un carattere di itineranza attraversando l’Italia con esposizione in prestigiosi luoghi, dalla Reggia Sabauda di Pollenzo al Centro d’Arte Internazionale di Monchiero, dal Museo della Ceramica di Castellamonte al Polo Museale di Gualdo Tadino, dalla Fortezza del Priamar di Savona alla Sala Mostre Hotel Tirreno di Spotorno fino alla Pinacoteca di Salerno, per concludersi nella Sala Mostre della Regione Liguria, a Genova in piazza De Ferrari. Era immancabile una tappa a Faenza in occasione di Argillà, alla Galleria Loggia degli Infanti.

Hanno risposto all’appello gli artisti:
Enzo Angiuoni, Franca Baralis, Ombretta Bellotti, Luciana Bertorelli, Daniela Borla, Franca Briatore, Enrica Campi, Luigi Francesco Canepa, Ceramica Gatti 1928, Virginia Citro, Gabry Cominale, Giovanna Crescini, Elena D’Oria, Claudio De Pasquale, Enzo Dente, Giuseppe Facchinello, Giorgio Fasano, Mirko Ferrero, Carlo Fontanella, Roberta Fretta, Roberto Gaiezza, Guido Garbarino, Lia Larizza, Carla Lega, Giuseppe Liberati, Lorenzo Liberati
Giacomo Lusso, Margherita Malavenda, MaMa, Sandro Marchetti, Antonella Marietta, Caterina Massa, Giovanni Massolo, Guglielmo Meltzeid, Mariangela Meroni, Vittoria Monti, Enrica Noceto, Aldo Pagliaro, Concetta Palmitesta, Laura Peluffo, Sonja Perlinger, Brenno Pesci, Ylli Plaka, Vera Quaranta, Mariella Relini, Bruno Richard, Anna Maria Rossini, Arturo Santillo, Daniela Savio, Renza Laura Sciutto, Gabriella Soldatini, Rosa Spina, Maria Grazia Staffieri, Mara Tonso, Elisa Traverso Lacchini, Nino Ventura, Massimo Voghera, Luciana Zabarella, Carlo Zoli.

2015_acqui_sculture della terra_locandina_1_page_1