x

L’eccenlenza dei Sensi a Villa Ottolenghi il 24 luglio

copertinasanssossiLa grande cultura e l’ottimo vino vanno d’accordo, specie se a farli incontrare è un luogo prestigioso e carico di fascino come Villa Ottolenghi, la Dimora progettata e costruita nel Primo Novecento chiamando a raccolta, ad Acqui Terme, alcuni tra i più autorevoli artisti e architetti dell’epoca.

Sarà infatti la Villa, sede della Tenuta Monterosso, che da qualche anno sta recuperando i fasti del passato grazie a una serie di indovinate iniziative culturali, che domenica 24 luglio unirà gli amanti del buon bere, della musica e della letteratura. Quella che già s’annuncia come una serata dell’eccellenza del gusto avrà luogo a partire dalle 19,30 con una degustazione dei vini della Tenuta.

La Villa aprirà tuttavia i cancelli già alle 18.30 con una visita guidata agli ambienti di maggior pregio, come la Cisterna delle Aquae, il Giardino Formale e gli Studi degli Artisti che qui soggiornarono per parecchi anni mentre producevano le opere destinate a valorizzarla.

masca1Alle 21 avrà poi inizio il concerto, il Grande Ensemble dell’Orchestra Giovanile Aleramica delle Alte Langhe. I dodici componenti accompagneranno con le loro note una lettura, a cura di Fabrizio Pagella, di brani dell’opera narrativa “I Sanssôssì” di Augusto Monti (Monastero Bormida 1881 – Roma 1966). Gli strumentisti e la voce narrante duetteranno in particolare intorno alle pagine dedicate proprio ad Acqui Terme dal Monti che, insegnante di italiano e latino al Liceo Massimo D’Azeglio di Torino, ebbe come allievi Cesare Pavese, Leone Ginzburg e Massimo Mila.

Pacchetto completo per la serata 15 euro (visita guidata+degustazione+concerto); 

8 euro per il solo spettacolo delle 21.00.

L’iniziativa fa parte di una serie di quattro serate programmate in Valle Bormida. Queste le date delle altre, di contenuto analogo:

– il 10 luglio a Cortemilia;

– il 17 luglio a Roccaverano;

– il 31 luglio a Monastero Bormida,

I primi tre incontri offrono la possibilità di “vedere all’opera”, nella sua prima tournèe, l’ Orchestra Giovanile Aleramica delle Alte Langhe, nata all’inizio del 2011 grazie a un’iniziativa di Masca in Langa, basandosi sulla convinzione che sostenere e promuovere la formazione artistica giovanile sia attività di estrema importanza, specie in un momento come quello che stiamo attraversando.
Scommettere sui giovani, scommettere sulla cultura, è senza dubbio alcuno una mossa lungimirante e Masca in Langa lavora costantemente per rendere possibile tutto questo nell’intera Valle Bormida.

masca2Il giorno 31 sarà invece la volta di una vera e propria maratona di lettura de “I Sanssôssì”, a partire dalle h.16.30, mentre la sera si esibirà in concerto la “Oliver River Gess Band”.

Masca in Langa, nata nel 2010 a Monastero Bormida tra le mura del meraviglioso castello medievale nella convinzione profonda che questi luoghi possano essere culla di un’importante rinascita turistica della zona, è un’Associazione culturale spinta dal desiderio di creare l’humus per un virtuoso scambio tra arte e territorio.

I progetti portati avanti con successo dall’Associazione sono:

- il Festival popolare della cultura nel mese di giugno (nove giorni di spettacoli d’arte varia; dal circo acrobatico all’opera lirica, dai burattini per i bambini alla danza contemporanea)

- seminari artistici (dalla scultura della gommapiuma ai corsi di teatro);

- eventi di coesione territoriale sulla Valle Bormida (come la rassegna “4 domeniche per 4 borghi” che unirà virtualmente Cortemilia ad Acqui Terme, l’alta valle con il fondovalle).