x

Fiori e Piante di Villa Ottolenghi

Copertina.inddSono parecchie decine le specie vegetali che occupano gli spazi a verde di Villa Ottolenghi creati in base alle volontà di Astolfo, il figlio di Arturo ed Herta che portò a termine il progetto nato dall’idea dei genitori agli inizi degli anni ’20 del secolo scorso. Gli spazi sono caratterizzati da cinque aree ben distinte che suddividono e movimentano i vari ambienti che le costituiscono. A concepirle, a partire dal 1955, quando Astolfo decide di affidarne la sistemazione, è Pietro Porcinai. Il grande architetto paesaggista progetta l’integrazione degli ambienti circostanti assegnando buona parte della superficie della Villa al “Tappeto erboso” che, a sviluppo orizzontale, raccoglie al suo interno il campo da tennis, la piscina e la fontana con al centro Il Tobiolo, celebre scultura di Arturo Martini.

A far da perimetro al Tappeto erboso, che divide i due fabbricati principali (la Villa e gli Studi degli Artisti) è la lunga “Passeggiata” parzialmente coperta da un insolito pergolato con il glicine dominante che corre parallela alla strada che da Acqui porta alla Villa per poi proseguire. Di fronte alla facciata che introduce all’abitazione vera e propria si trova invece il “Giardino roccioso” che, ideato a sviluppo verticale, oltre ad avere una funzione decorativa serve come protezione della privacy alla zona occupata dalla piscina.

Fulcro dell’insieme è però sicuramente il “Giardino formale” caratterizzato da una struttura a scacchiera realizzata con lastre di pietra che lo disegnano in maniera superba e distintiva. In alcuni punti di intersezione, grandi vasi in cotto, contenenti piante di limoni, vi creano una studiata ed efficace verticalità.

La Passeggiata gira tutto intorno alla Villa, lungo i bastioni, ed è in prossimità della Cisterna delle Aquae che si trova un raccolto quanto caratteristico spazio dedicato alla coltivazione delle “Erbe”.

L’elencazione delle piante e dei fiori di Villa Ottolenghi descritti nelle pagine che seguono è stata organizzata seguendo la suddivisione escogitata nelle cinque aree.

Area 1 – Il Tappeto Erboso.

Area 2 – La Passeggiata.

Area 3 – Il Giardino Roccioso.

Area 4 – Il Giardino Formale.

Area 5 – Le Erbe.